Seleziona una pagina

Di seguito troverai diverse attività da proporre ai bambini di Nido e Scuole dell’Infanzia

Il gioco del piccolo mondo

  di Silvia Iaccarino     Il gioco del piccolo mondo (small world play) rappresenta una opportunità molto interessante e particolare per i bambini in età prescolare (e non solo). Si tratta di un gioco dove vengono create delle ambientazioni, degli scenari, per esempio di vita reale (la città, la scuola, il circo, la foresta, il garage delle auto, etc), oppure ispirati da albi illustrati (come per esempio “A caccia dell’orso”), cartoni animati e film, oppure semplicemente ispirati dalla fantasia. Una volta deciso il tema della ambientazione da costruire, a partire dall’interesse del bambino, dalla sua curiosità, dalla sua necessità del momento, si allestisce lo scenario, con piccole figure, oggetti in miniatura, elementi naturali, poveri, di riciclo. E’...

leggi tutto

Giocare con lo slime! 🙂

  a cura di Paola Albini e le educatrici di Vitamina gioco al Nido, Segrate     Il lunedì, primo giorno di nido dopo il week end, di solito prepariamo un angolo per la manipolazione. Giocando con questi materiali, che si possono rompere, spezzare, trasformare e ricostruire, si scaricano le tensioni e aumenta la sensazione di piacere e rilassamento; questo per offrire ai bambini alle bambine l’opportunità di utilizzare un canale adeguato per esprimere il loro stato emotivo. Per approfondire l’argomento Manipolazione, vi invitiamo a leggere qui: http://percorsiformativi06.it/emozioni-ed-attivita-manipol…/ Attraverso le nostre immagini vi racconteremo l’esperienza con lo SLIME proposto a bambini dai 25 ai 36 mesi. Intanto, ecco la ricetta per 2 bambini: 300 gr di colla vinilica,...

leggi tutto

Guanti sensoriali

  Vitamina Gioco al nido, che ringraziamo, ha condiviso con noi questa proposta semplicissima e originale, adatta anche ai bambini molto piccoli. Facile da realizzare e pressoché infinita nelle variabili che possiamo creare, andando a riempire i guanti con qualsiasi materiale reputiamo interessante per le mani ed i piedi dei bimbi! A seconda dell’età, i guanti possiamo costruirli con loro come attività conclusiva di un percorso sensoriale volto all’esplorazione dei materiali stessi nelle loro diverse caratteristiche....

leggi tutto

Giocare con la pasta sabbia!

  Condividiamo questa ricetta di Vitamina Gioco al nido relativa alla PASTA SABBIA!! Due tazze di sabbia, due tazze e mezzo di farina, mezza tazza di sale fino, un cucchiaio di cremortartaro, un cucchiaio di olio, una tazza di acqua molto calda, da aggiungere lentamente. L’impasto deve risultare leggermente umido. Se al momento di usare la pasta, dopo circa un’ora scarsa, questa sarà ancora appiccicosa, aggiungere un po’ di farina. Si conserva a lungo a temperatura ambiente, in un contenitore con coperchio (quelli del gelato sono perfetti). Come tutte le paste homemade all’inizio risulterà un po’ umida e leggermente appiccicosa. Aspettate prima di aggiungere altra farina. Se dopo circa un’ora è ancora difficile da manipolare, solo allora aggiungete la farina. Buon divertimento!...

leggi tutto

“Arte astratta temporanea”…come Kandinsky

di Benzi Claudia     Sono una maestra di scuola dell’infanzia e, pur non essendo un’esperta d’arte, questa mi piace molto. Tra i tanti pittori che adoro c’è Kandinsky. Nei suoi quadri è molto evidente l’uso di elementi geometrici ed il rapporto tra forme e colori dà, a mio avviso, un effetto di libertà e leggerezza…Le sue opere sono poi disseminate da una quantità di punti, macchie, linee che, spesso, creano un effetto di tridimensionalità. Un giorno, mi sono detta, perché non trasformare i bambini della mia sezione in piccoli Kandinsky!? La mia idea di scuola, basata sulla condivisione e sulla collaborazione, mi porta a sperimentare sempre idee nuove e la mia passione per l’arte fa il resto… Come insegnante sono una promotrice del lavoro di gruppo e sono convinta che in ogni...

leggi tutto

Un mondo di sapori

di Stefania Tombolato e Anna Seniga, Micronido Nemo e Dory      “Quando nutriamo i nostri figli passiamo loro molto più del cibo, li nutriamo anche delle emozioni che noi abbiamo mentre stiamo cucinando per loro e gli stiamo dando da mangiare. Li nutriamo anche di quello che è il nostro rapporto con il nostro corpo e con il cibo, di quello che è il nostro modo di dare, di ricevere, di rifiutare, di accogliere e di reagire al rifiuto.” Chiara Giudici   Quest’anno 2017-18 si è deciso di sviluppare un progetto educativo che abbiamo chiamato “Un mondo di sapori” attraverso il quale le attività proposte saranno mirate alla scoperta alimentare, soprattutto ai prodotti di frutta e verdura. La scelta di condividere un progetto generale offre a noi educatrici l’opportunità di maggiore confronto...

leggi tutto

Perché fare teatro a scuola?

    di Marta Martinelli, attrice e conduttrice di laboratori teatrali nelle scuole       Fine dell’anno scolastico=spettacolo di fine anno=PANICO!!!!! “Cosa facciamo?”/“Come lo facciamo?”/ “E le luci?”/“Chi cuce i costumi?”/ “E il copione?”…”Lo scrivo io!… Ma torno a casa alle sette da scuola… lo faccio di notte!…” Quante ne ho sentite! Quante situazioni di questo tipo ho vissuto in più di 15 anni di lavoro come operatrice teatrale in diverse realtà didattiche. Fare teatro a scuola non è niente di tutto questo, non DEVE esserlo! Fare teatro a scuola è un’opportunità, un grande gioco, un’occasione di scoperta, per tutti, bambini e insegnanti! Molto spesso per le insegnanti, che pure ne hanno grande desiderio, proporre un lavoro teatrale nella propria struttura didattica o...

leggi tutto

“I baci della mamma” per l’ambientamento al Nido

di Samantha Fabris, educatrice     L’ambientamento dei bambini al nido rappresenta un passaggio emotivo e di crescita molto delicato, non soltanto per i piccoli ma anche per i loro genitori, in particolare per le mamme. Per il piccolo, l’ambientamento rappresenta l’ingresso in un ambiente sociale nuovo, allargato rispetto a quello familiare vissuto fino a quel momento ed egli vive un’esperienza emotivamente ricca di sentimenti contrastanti: interesse e curiosità nei confronti di spazi, oggetti e bambini nuovi, ma anche momenti di tristezza e nostalgia, e bisogno di sostegno da parte dell’adulto. Il bambino parte per un “viaggio” e il ruolo del genitore è quello di essere “base sicura” da cui egli può trarre la sicurezza necessaria per affrontare questa nuova avventura. Talvolta, come...

leggi tutto

Il bambolotto dell’ambientamento al Nido

a cura del Nido “I papaveri” di Olgiate Comasco   Nel nostro nido, a inizio anno, tra settembre e ottobre avviamo un laboratorio con i genitori finalizzato alla realizzazione di un bambolotto che sarà utilizzato dai bambini. Il significato di questa proposta: 1.E’ un momento per incontrare le famiglie, per conoscersi, tessere una rete di supporto reciproco, mettere le basi per la reciproca fiducia e collaborazione; 2. La bambola diventa l’oggetto ponte tra casa e nido, è ciò che può entrare ed uscire in continuità. Così evitiamo anche che i bimbi portino altri giochi con le note difficoltà nella gestione di questi; 3.La bambola è speciale poiché è fatta dai genitori ed è di aiuto nei momenti difficili per il bambino, è un sostegno emotivo. Il laboratorio per costruire...

leggi tutto

Pannello tattile con i CD

a cura del Nido Vitamina G- Segrate   Oggi vi presentiamo un libro e un pannello tattile creati con i vecchi CD.  Per i nostri bimbi abbiamo realizzato un libro molto speciale: è un libro tattile, da accarezzare con mani o piedini, è un libro morbido ma anche duro, è di carta ma anche di stoffa e di spugna. E’ un libro ruvido, ondulato, ma anche caldo e vellutato. E’ un libro naturale, fatto con conchiglie, noci e stelle marine, ma soprattutto è un libro realizzato con i vecchi CD che hanno al centro quel simpatico buchino attraverso il quale potete far passare un lungo nastro per legare le pagine e non farle scappare via. Se i vostri bimbi sono più piccini, allora vi consigliamo di trasformare il libro in un grande PANNELLO da appendere al muro. Per i piccolissimi sarà più facile...

leggi tutto

Pitturiamo con l’alluminio!

di Paola Albini e le educatrici del Nido Vitamina G – Segrate   Con i nostri bimbi abbiamo deciso di esplorare il foglio di alluminio. Nonostante quest’ultimo sia semplice e comune, può dare il via ad un’esperienza sensoriale nuova e costituire uno stimolo interessante per la creatività dei bambini. Per prima cosa abbiamo evidenziato le caratteristiche di questo materiale: lo abbiamo toccato, strappato, accartocciato, steso con le mani e infine ne abbiamo sentito il rumore (sembrava proprio la pioggia!). L’abbiamo anche utilizzato per avvolgere alcuni oggetti che i bambini si sono poi divertiti a scartare, scoprendo cosa fosse nascosto all’interno dei differenti involucri. Vi consigliamo di utilizzare, a tal proposito, oggetti di diversa grandezza per dare ai bambini la possibilità...

leggi tutto

La scatola luminosa

di Anna Seniga e Stefania Tombolato, educatrici del micronido Nemo e Dory di Lazzate   Ciao a tutte, siamo  due educatrici di un micronido privato che si trova sul territorio di Lazzate.  Vogliamo condividere con voi un piccolo percorso sui colori  e la luce che abbiamo sviluppato con i  nostri 4 bambini  grandi. Il materiale utilizzato, come potete vedere dalle foto, è una semplice cartellina trasparente molto grande con un po’ di colore a tempera al suo interno. Queste cartelline sono state messe a disposizione dei bimbi che hanno sperimentato l’effetto su di esse da parte di una fonte di luce e le trasparenze che si sono prodotte. In una prima fase, le cartelline sono state fissate alle finestre, e  i bimbi a questo punto sono stati invitati a  lasciare tracce con le mani, che poi per...

leggi tutto

Manipoliamo la natura: l’argilla

di Paola Albini e le educatrici del Nido Vitamina G, Segrate     Manipolare l’argilla è un’esperienza creativa e sensoriale davvero unica. L’argilla ha in sé tutte le caratteristiche per consentire un’esperienza manipolativa libera, autonoma, che coinvolge tutti i sensi. È un materiale naturale, proviene dalla terra, è umida, ha un buon profumo, è piacevole al tatto, è fresca, morbida e si lascia modellare con facilità. È una materia affascinante, non solo per la sua straordinaria plasticità, ma anche perché si trasforma in modi diversi. Vediamone alcuni: si può utilizzare in forma solida, in polvere o liquida; al tatto si presenta fredda, ma manipolandola si scalda; sotto l’azione dell’acqua si scioglie e all’aria si asciuga. Quest’ultimo aspetto, in particolare, ha...

leggi tutto

Naturarte 3 – Continua il viaggio alla scoperta degli alimenti

di Pamela Fogliaro, nutrizionista e Francesca Licheri, titolare e coordinatrice del Nido “I papaveri” di Olgiate Comasco     Nel terzo incontro del laboratorio NATURARTE i bambini hanno appreso che gli amici pigmenti conosciuti nelle attività precedenti non si nascondono solo in frutta e verdura, ma anche in altri alimenti ricavati dal mondo vegetale quali cereali, legumi e spezie. L’attività si è svolta, infatti, questa volta, con alcuni alimenti secchi, in chicchi, di diverso colore: mais, riso, piselli, lenticchie arancioni e caffè. I bimbi li hanno dapprima identificati, ne hanno riconosciuto il colore, l’odore – e qualche coraggioso, il sapore! – quindi hanno condiviso con l’educatrice e la nutrizionista le modalità con cui vengono consumati durante il pasto....

leggi tutto

“Uno spazio per creare… con l’arte progettare”

di Federica Fossati, Scuola dell’Infanzia “Ariberto da Intimiano” , Capiago Intimiano (CO)   In questo articolo desidero condividere il laboratorio artistico che è stato proposto ai bambini grandi della nostra scuola e che è stato pensato in collegamento alla programmazione annuale delle attività didattiche su “la conoscenza del nostro paese”. All’interno di questa tematica si è voluta porre l’attenzione sul costruire, stimolando i bambini a pensare alla realtà che vedono tutti i giorni, a come è fatta e costruita, per tradurla a proprio modo e con diversi materiali. Il laboratorio ha visto un momento di progettazione e di ideazione del setting, una fase di raccolta e di classificazione dei materiali occorrenti ed infine un adattamento importante in itinere...

leggi tutto

Naturarte 2 – Prosegue il viaggio alla scoperta degli alimenti al Nido

di Pamela Fogliaro, nutrizionista e Francesca Licheri, titolare del Nido I Papaveri di Olgiate Comasco     Nel primo appuntamento di questo percorso  abbiamo lavorato con i bambini presentando loro Antocianina, il pigmento viola presente in alcuni alimenti, tra cui il cavolo rosso. Nel secondo appuntamento del laboratorio NATURARTE  hanno fatto il loro ingresso gli amici di Antocianina. I bimbi hanno potuto così conoscere: Licopene, Carotene, Luteina e  Clorofilla, le molecole responsabili del colore di molti vegetali presenti in natura. Ciascuno dei pigmenti è stato presentato inizialmente tramite un personaggio in bianco e nero e i bimbi si sono divertiti, dopo un’opportuna spiegazione a loro misura, nel colorarli con gli acquerelli, ciascuno del colore che lo contraddistingue in...

leggi tutto

La manipolazione dell’argilla in un laboratorio genitori/bambini: un’opportunità per fare rete

di Simone Rigoli, psicologo, coordinatore ed educatore del Servizio educativo in contesto domiciliare Bu Bu Settete, Firenze   Metti un’idea che stimoli l’agire pedagogico di tre colleghi; metti la loro voglia di proporre un laboratorio bambini genitori; metti un  laboratorio di ceramica artistica; condisci tutto con la programmazione al sabato (per i più, giorno di riposo)…..ed ecco il laboratorio per bambini  e genitori: la manipolazione dell’argilla bianca e rossa, in collaborazione con tre servizi educativi in contesto domiciliare del Comune di Firenze. I tre servizi hanno proposto ai genitori ed ai bambini frequentanti un’attività extra nido durante la quale, grazie anche alle proposte di chi ci ha ospitato, è stato possibile scoprire la magia della manipolazione finalizzata alla...

leggi tutto

La stanza della sabbia al Nido

di Paola Albini, titolare del Nido Vitamina G di Segrate Da sempre la SABBIA è uno dei materiali più amati dai bambini. Le possibilità di gioco con essa sono molteplici: basta allestire l’ambiente in modo che il bambino sia libero di esplorare, sperimentare, trasportare, travasare, manipolare e giocare in autonomia.   Nel nostro nido, quando proponiamo l’attività, creiamo la “Stanza della sabbia”, dedicandovi quindi un ampio spazio: disponiamo sul pavimento, ricoperto da un lenzuolo bianco, 4 ceste non troppo grandi, avvolte in federe azzurre e di colore neutro. Utilizziamo anche una grande vasca (sandbox) per dare ai bimbi la possibilità di entrarci dentro e di sperimentare il materiale con tutto il corpo. All’interno delle ceste, inseriamo materiali naturali (conchiglie, pigne, sassi,...

leggi tutto

Naturarte 1: un percorso alla scoperta dei colori naturali

di Francesca Licheri, asilo nido I papaveri – Olgiate Comasco In questo articolo, con molto piacere, desidero condividere il primo incontro di un laboratorio che abbiamo intrapreso nel nostro nido per avvicinare i bambini alla Natura, scoprirne i diversi elementi e le varie possibilità di sperimentazione degli stessi. Il nome che abbiamo dato al laboratorio é NATURARTE e si svolge per quest’anno una volta al mese con il gruppo dei “grandi”. Gli incontri vengono condotti da una nutrizionista affiancata da una educatrice. Il percorso prevede, ad ogni tappa, di far scoprire e sperimentare ai bambini i diversi alimenti, anche lavorando sui colori, con diverse attività: manipolazione, pittura, classificazione, etc., con l’obiettivo di trasformare la materia in opera artistica, frutto...

leggi tutto

Arte effimera e loose parts al nido e alla scuola dell’infanzia

  di Alessandra Dedè (educatrice ed esperta di laboratori espressivi), Daniela Corradi (educatrice e pedagogista), Marta Poletti (educatrice e pedagogista)     I bambini mostrano fin da piccoli il bisogno di raccontare se stessi e il mondo attraverso azioni e tracce che testimoniano il loro passaggio: le loro idee, sentimenti, emozioni e desideri. E’ proprio in queste “produzioni” che bambini e bambine manifestano la propria fantasia e creatività mettendosi in comunicazione con sé e con gli altri.         L’interesse per la creatività infantile e l’osservazione dei bambini all’opera ci ha condotto ad un concetto di arte intesa come pretesto per attivare la capacità di avere un rapporto estetico con le cose che non tenda al conformismo ma alla libertà di pensiero e di...

leggi tutto