Seleziona una pagina

a cura del Nido “I papaveri” di Olgiate Comasco

 

Nel nostro nido, a inizio anno, tra settembre e ottobre avviamo un laboratorio con i genitori finalizzato alla realizzazione di un bambolotto che sarà utilizzato dai bambini.

Il significato di questa proposta:

1.E’ un momento per incontrare le famiglie, per conoscersi, tessere una rete di supporto reciproco, mettere le basi per la reciproca fiducia e collaborazione;

2. La bambola diventa l’oggetto ponte tra casa e nido, è ciò che può entrare ed uscire in continuità. Così evitiamo anche che i bimbi portino altri giochi con le note difficoltà nella gestione di questi;

3.La bambola è speciale poiché è fatta dai genitori ed è di aiuto nei momenti difficili per il bambino, è un sostegno emotivo.

Il laboratorio per costruire il bambolotto prevede inizialmente il lavoro dei genitori senza i bambini (per via di alcuni materiali che potrebbero essere pericolosi). In questa fase, noi forniamo la sagoma ed i genitori la imbottiscono, la cuciono, creano il volto e i capelli con la lana. Sul corpo della bambola viene scritta una dedica al bambino, la data e il nome dell’asilo.

In una seconda fase, a casa con il proprio bambino, ciascun genitore gli presenta la bambola,  spiegando che l’ha fatta per lui. Poi si sceglie con il bimbo un suo vestitino per metterlo al bambolotto. Questa fase è importante affinché  il bambino si affezioni all’oggetto e crei un legame con esso, connettendolo alla propria dimensione familiare.

Materiale occorrente per realizzare il bambolotto:

  • sagoma della bambola, composta da due parti le quali vengono cucite a macchina lungo il bordo e poi rivoltate (in modo che non si noti la cucitura);
  • feltro per gli occhi (aghi e fili sono forniti dall’asilo)
  • lana per fare i capelli e pennarelli per disegnare sulla stoffa (solitamente questo materiale lo portano i genitori).

Per la nostra esperienza, abbiamo in effetti notato che, nel tempo, la bambola diventa un elemento affettivamente importante per il bambino sia in fase di ambientamento che lungo tutto l’anno: un ricordo prezioso da conservare.