Seleziona una pagina

di Silvia Iaccarino

La gentilezza è un bene raro e preziosissimo che dovremmo impegnarci tutti a trasmettere ai bambini, innanzitutto col nostro esempio e poi con l’empatia verso le loro emozioni e stato d’animo.

Quando diciamo con dolcezza a un bambino: “sei triste, ti capisco. Sono qui con te” oppure quando accogliamo la sua rabbia o ancora quando accompagniamo la sua paura senza volerla per forza eliminare, stiamo compiendo anche atti di gentilezza verso di lui, veicolati dall’empatia. Stiamo lavorando per nutrire quelle innate caratteristiche umane che tutti possediamo e che possiamo far fiorire solo in ambienti che ci fanno sentire protetti e al sicuro sul piano relazionale.

Ciò non significa certamente evitare ai bambini le emozioni spiacevoli: fanno parte della vita. Significa non farli sentire soli nell’affrontare il mondo ma passare l’idea che siamo al loro fianco e insieme ce la faremo.

Trasmettere gentilezza passa anche attraverso il nostro modo di trattare il corpo del bambino. Significa toccarlo con delicatezza e rispetto, dal modo in cui gli soffiamo il naso a come gli cambiamo il pannolino. Il tocco gentile e delicato nutre le membra e il cuore, fa sentire amati e amabili e permette di riportare tutto questo sul mondo circostante. ❤️❤️❤️❤️ Non solo la Bellezza, ma anche la Gentilezza salverà il mondo! 💐💐