Seleziona una pagina

di Stefania Tombolato e Anna Seniga, Micronido Nemo e Dory 

 

 

“Quando nutriamo i nostri figli passiamo loro molto più del cibo, li nutriamo anche delle emozioni che noi abbiamo mentre stiamo cucinando per loro e gli stiamo dando da mangiare. Li nutriamo anche di quello che è il nostro rapporto con il nostro corpo e con il cibo, di quello che è il nostro modo di dare, di ricevere, di rifiutare, di accogliere e di reagire al rifiuto.”

Chiara Giudici

 

Quest’anno 2017-18 si è deciso di sviluppare un progetto educativo che abbiamo chiamato “Un mondo di sapori” attraverso il quale le attività proposte saranno mirate alla scoperta alimentare, soprattutto ai prodotti di frutta e verdura.

La scelta di condividere un progetto generale offre a noi educatrici l’opportunità di maggiore confronto reciproco sui bambini e questo percorso riguarderà tutti i bambini dalla fascia 6-36 mesi e rappresenterà uno sfondo narrativo per favorire il senso di famigliarità e di aggregazione per i nostri piccoli utenti e le loro famiglie.

 

IL PERCHE’ DI UNA SCELTA

Il momento del pranzo costituisce uno degli aspetti più significativi della vita al Nido, da un punto di vista educativo è parte fondamentale del progetto pedagogico.

L’educazione alimentare è particolarmente importante a partire dall’asilo nido in quando il bambino lascia la cerchia protetta dell’ambiente familiare, con le sue abitudini alimentari e le sue relazioni affettive ed entra nel più vasto ambiente scolastico nel quale sperimenta per la prima volta l’approccio al cibo insieme a coetanei e senza genitori.

Per questo motivo occorre creare un ambiente rassicurante a livello emotivo, ma al tempo stesso stimolante. MANGIARE non è quindi solo la soddisfazione di un bisogno primario ma è un atto che assume una forte valenza psicologica e relazionale.

I cibi, grazie alle loro proprietà stimolano tutti i sensi … sono colorati, saporiti e profumati hanno svariate consistenze a seconda che siano crudi o cotti.

Il materiale espressivo delle nostre proposte didattiche sarà costituito, quindi, da: spinaci, carote, arance, passata di pomodoro, rape rosse, zucche, granaglie, diversi tipi di farina, the, cioccolato, patate, legumi cotti e crudi e da tutto ciò che la natura ed il mondo degli alimenti offrirà secondo la stagionalità.

 

OBIETTIVI

Gli obiettivi che ci poniamo di raggiungere mediante la proposta di questo tema specifico, oltre che un globale sviluppo psico-fisico dei bambini, sono:

– Proporre una vasta gamma di sapori, colori e odori

– Utilizzare i sensi per ampliare le conoscenze e competenze dei bambini anche nel campo dell’alimentazione (caldo-freddo, dolce e amaro, ecc)

– Compiere diverse azioni sul cibo (toccare, portare alla bocca, schiacciare) stimolando così anche la conquista dell’autonomia

– Avvicinare i bambini ad alimenti come frutta e verdura

– Interiorizzare semplici regole legate al pasto ( lavarsi le mani, mettersi la bavaglia, stare seduti )

– Sviluppare una relazione positiva con l’adulto ed i coetanei al momento del pasto favorendo anche lo sviluppo del linguaggio.

 

METODOLOGIA E LABORATORI

Abbiamo privilegiato l’asse del gioco e i laboratori come esperienza, perché giocare insieme, come mangiare insieme, è una grande occasione per sentirsi rassicurati e accolti, per pensarsi come soggetti ricchi di idee, emozioni ed esperienze.

Utilizzeremo come filo conduttore per questo percorso un pupazzo a forma di broccolo che presenterà ai bambini le varie verdure e frutta che andremo a conoscere.

Inoltre, accompagnerà i bambini ai laboratori e alle uscite didattiche in programma ( il mercato, il fornaio, etc )

Il tema guida, attraverso cui si articoleranno le varie attività legate al progetto, saranno le Stagioni.

 

AUTUNNO (ottobre e novembre)

Alimenti disponibili e utilizzati per la nostra proposta didattica:

Frutta: uva, castagne, noci, kiwi, pera, melograno

Verdura pannocchia, zucca, fagioli, pomodoro, verdure a foglia verde

I laboratori

Piccoli scoiattoli: manipolazione e travasi di noci, castagne, arachidi e pigne.

La sgranatura delle pannocchie, una opportunità per i bimbi  che avranno modo di osservarle e toccarle per scoprirne le caratteristiche.

Pannello sensoriale alimentare: il pannello sensoriale è costituito da una svariata gamma di materiali che ne compongono la superficie. Il bambino ha libero accesso al pannello e può verificare le diverse sensazioni al tatto provocate dai materiali.

Laboratorio sensoriale con le  foglie: durante le uscite  in giardino, muniti di cestini, i bambini raccoglieranno le foglie cadute dagli alberi che diverranno in seguito materiale espressivo per tante “creazioni”.

 

INVERNO (dicembre, gennaio e febbraio)

Alimenti disponibili e utilizzati per la proposta didattica:

Frutta: arancia, mela, mandarino, limone e pompelmo

Verdura: spinaci, finocchi, cavolfiore, barbabietola

I laboratori

Al mulino ci s’infarina! Attività di manipolazione e travaso con diverse tipologie di farina, dalla classica bianca a quella di mais fino a quella di castagne (buona anche per l’assaggio!).

Timbri con le verdure è la più celebre invenzione di Bruno Munari. Che immagine viene fuori se sezioniamo una piantina di lattuga e ne usiamo il gambo come timbro? Basta incominciare a sezionare e timbrare sedano, cipolle, peperoni, finocchi, cavoletti, pomodori, mele etc.

La cassetta degli “attrezzi”: alla scoperta delle stoviglie e degli oggetti che apparecchiano la tavola e che utilizziamo per mangiare.

La spremuta degli agrumi: un percorso sensoriale volto alla scoperta dell’arancia, pompelmo e limone, i loro profumi, i sapori e le loro consistenza.

Assaggio di varie tisane : finocchio, frutti rossi, the alla menta.

 

PRIMAVERA ( marzo, aprile, maggio)

Alimenti  disponibili e utilizzati per la proposta didattica:

Frutta: fragola, ciliegia, mirtilli, banana

Verdura: asparagi, carote, insalata, piselli

I laboratori

I piccoli Arcimboldo: attività grafico – pittorica ispirata al famoso artista che utilizzava frutta e verdura per “creare” i suoi ritratti. I bambini utilizzeranno tali alimenti come materiale espressivo. Sulla tavolozza diversi alimenti per colorare.

Il sacchetto degli aromi: scoperta olfattiva di basilico, salvia, rosmarino, timo, maggiorana, lavanda ecc. Inoltre, metteremo a disposizione dei bimbi  il cesto degli odori e delle spezie fornito di barattolini all’interno dei quali si potrà riconoscere il profumo di una spezia.

La prova del cuoco: manipolazione di pasta di pane, impasto molto malleabile e plasmabile che i bambini gradiscono molto, finalizzata alla preparazione di una soffice pizza. E non solo … i bimbi si cimenteranno nella preparazione di biscotti e marmellata.

Acquarelli alimentari: con i colori naturali (a partire da quelli estratti dai ravanelli, spinaci, zafferano, barbabietola)

 

ESTATE (giugno e luglio)

Alimenti disponibili e utilizzati per la proposta didattica:

Frutta: pesca, anguria, melone

Verdura: zucchine, melanzane, peperoni, patate

I laboratori

Glu glu glu: magiche bolle e giochi d’acqua colorata in giardino.

Ciccio pasticcio: manipolazione di panna montata, budino, le gelatine colorate.

Prepariamo macedonie e spiedini di frutta.

Seminiamo un orto al nido con le piante aromatiche del periodo primaverile. I bambini giocheranno con la terra e pianteremo piccole piantine

 

VALORIZZAZIONE DEL GIOCO SIMBOLICO NELL’ANGOLO CASETTA: allestito in un angolo del salone vi sono presenti la cucina a disposizione per il gioco libero dei bambini con vari suppellettili per favorire così giochi di imitazione e di ruolo. Questo spazio avrà una ulteriore valorizzazione con l’utilizzo di frutta e verdura”vere” nel corso dell’anno