La relazione con le famiglie non è un elemento accessorio ma fondante nel progetto di un servizio educativo. La famiglia, come contesto sociale dal quale il bambino proviene e nel quale ha maturato apprendimenti ed esperienze, rappresenta un elemento col quale il servizio educativo ha bisogno di confrontarsi in modo aperto e flessibile fin da subito. Ciò comporta da un lato prendere consapevolezza di cosa si sta facendo e perché, stanando le coerenze e incoerenze tra il dichiarato e l’agito; dall’altro saper leggere la scena educativa -anche e soprattutto quotidiana- individuando gli interventi comunicativi più utili per sostenere un progetto di conoscenza, confronto, alleanza.
Da questo punto di vista i momenti di accoglienza e ricongiungimento rappresentano situazioni di particolare rilievo sia per la delicatezza che prevede ogni transizione tra contesti, sia per l’esposizione allo sguardo dell’Altro che comportano. 

Obiettivi

  • Attivare una maggiore consapevolezza delle modalità di lettura del contesto e delle relazioni durante i momenti di accoglienza e ricongiungimento (il setting dell’accoglienza/ricongiungimento)
  • Attivare una maggiore consapevolezza delle modalità di comunicazione tra operatori e genitori (comunicazione verbale e non verbale con un accenno alla documentazione materica e fotografica)
  • Analizzare modalità di soluzione di problematiche connesse con la relazione fra nido e famiglia