Leggere le fatiche dei bambini alla scuola dell’infaniza

CORSO RICONOSCIUTO MIUR

Ambiti Specifici:

  1. Bisogni individuali e sociali dello studente;
  2. Inclusione scolastica e sociale;
  3. Gestione della classe e problematiche relazionali.

Ambiti Trasversali:

  1. Metodologie e attività laboratoriali.

Destinatari:

Insegnanti di Scuola dell’infanzia

Contenuti:

Il corso prevede una parte teorica introduttiva di approfondimento sulla tematica alla luce delle più recenti teorie nell’ambito delle scienze umane e delle discipline neuro scientifiche e di una parte di riflessione sulle proprie emozioni che entrano in gioco nella relazione con i bambini cosiddetti “difficili”. Sulla base di queste riflessioni, attraverso l’analisi di esempi e situazioni, i partecipanti verranno coinvolti in esercitazioni, lavori di gruppo, studio di casi e discussione con l’obiettivo di ricercare strategie utili nella relazione con i bambini e di acquisire maggiore consapevolezza sulle proprie emozioni per poterle gestire adeguatamente.

 

Finalità:

Negli ultimi anni sempre più frequentemente le insegnanti di Scuola dell’Infanzia incontrano bambini che evidenziano delle fatiche di ordine comportamentale talvolta difficili da gestire nei contesti scolastici e che le interrogano su come relazionarsi a loro in modo efficace. A volte l’insegnante si trova invischiato emotivamente in queste dinamiche e percepisce un malessere che genera ricadute nella relazione educativa. Nel corso si intende quindi riflettere insieme, da un lato, sulla difficoltà degli adulti di fronte a queste situazioni e, dall’altro,  sulla fatica dei bambini, attraverso utili chiavi di lettura per capire quale messaggio comunicano attraverso i loro comportamenti per attivare conseguentemente valide strategie di intervento per supportarli lungo il loro percorso di crescita.

A partire dall’ascolto di se stessi e delle proprie emozioni in gioco nella relazione (“saper essere”), il corso si propone come momento di riflessione sulla tematica delle fatiche educative nei contesti scolastici e di indagine (“sapere”) sul significato di alcuni comportamenti che si rivelano di difficile gestione per l’insegnante, con lo scopo di offrire chiavi di lettura utili per elaborare strategie relazionali e comunicative efficaci nella relazione con il bambino (“saper fare”) e di acquisire maggiore autoconsapevolezza. 

Obiettivi:

  • riflettere sulla tematica delle fatiche educative e sul significato di comportamenti di difficile gestione
  • migliorare le proprie capacità di ascolto di sé e dell’altro
  • acquisire maggiore consapevolezza del proprio “stare” e del proprio “fare” nella relazione coi bambini
  • elaborare strategie relazionali e comunicative efficaci nella relazione con i bambini.

 

Modalità di verifica finale: 

Test con domande a risposta aperta.

Docente: Silvia Iaccarino

Docente: Silvia Iaccarino

Formatrice, supervisor counselor e psicomotricista

Dove

I corsi potranno essere richiesti in Liguria, Lombardia e Toscana

Metodologia

Il formatore si avvarrà sia della lezione frontale che di modalità cooperative e collaborative (role-playing, esercitazioni di gruppo, analisi di filmati e discussione di gruppo). L’intento è quello di fare emergere e valorizzare le  pratiche già consolidate e  di acquisire,  nel contempo, nuove conoscenze e competenze.

Durata

La formazione prevede un totale di 20 ore in date da concordare, presso la propria Scuola

Attestato

A fine corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione MIUR

Have no product in the cart!
0