Pattern neurocellulari e motori – Organizzazione spaziale – Sviluppo della personalità

 

Il nostro corpo è movimento, come la vita, e noi impariamo durante la nostra vita, già prima della nascita, a entrare in risonanza con l’ambiente attraverso il movimento e il contatto.

Movimento e contatto creano uno spazio di relazione in cui noi percepiamo noi stessi, ciò che è dentro di noi, e ciò che è fuori, il mondo.

 In questo incontro partiremo da noi, dalle nostre sensazioni, incontrando il nostro corpo di adulti per poi andare verso il bambino, “mettendoci un po’ nei suoi panni”.

Faremo esperienza diretta dell’importanza del contatto per l’integrazione di tutte le parti del corpo e per la creazione di un legame affettivo tra bambino e adulto di riferimento.

Osserveremo ed esploreremo tutti quei movimenti che il bambino attraversa e scopre dai primi mesi di vita terrestre fino a camminare, correre e saltare per recuperare noi stessi la dimensione del gioco e della scoperta, il valore della curiosità, e la nostra personale relazione con il corpo, la terra e lo spazio.

Comprenderemo la rispondenza tra organizzazione del movimento, orientamento spaziale e organizzazione del sistema nervoso e come questi pattern senso-motori pongano le basi per modalità di relazione, apprendimento e comunicazione che ci accompagnano nella vita e orientano la nostra percezione del mondo.

Acquisiremo nuovi strumenti per sostenere e facilitare il completo sviluppo fisico, emotivo, cognitivo e relazionale/sociale del bambino nel rispetto dei suoi tempi e modi.

 Il Body-Mind Centering® è un approccio esperienziale, sistemico e innovativo alla percezione e al movimento fondato sulla pratica di embodiment e sull’importanza degli aspetti evolutivi e relazionali dello sviluppo senso-psico-motorio dell’essere umano.

Il Body-Mind Centering®, in un viaggio dal somatico al cognitivo e dal cognitivo al somatico, lavora sulla presenza, sul discernimento e l’integrazione, sulla relazione e sulla espressione di sé nel mondo, sulla possibilità di trasformazione e cambiamento, sulla vitalità e la creatività, supportando così la crescita e lo sviluppo della persona nella sua unicità e totalità di sensazione, emozione, pensiero e azione e valorizzando anche l’aspetto espressivo, creativo e poetico del movimento.

In questo seminario lavoreremo in modo teorico ed esperienziale per raggiungere i seguenti obiettivi:

 

  • sentire il proprio corpo, facendo esperienza diretta della prospettiva da cui il bambino si muove nell’ambiente, accogliendo nuove possibilità di movimento anche al suolo
  • percepire come la relazione con la gravità e lo spazio sostiene la modulazione del tono e la regolazione del sistema nervoso
  • ritrovare nel corpo le risorse per i processi di autoregolazione energetica ed emotiva e comprendere come siano facilitati dal movimento e dall’agire
  • comprendere la relazione tra i pattern neurocellulari e motori di base e la capacità di attenzione e concentrazione nel dialogo fra dentro e fuori, tra me e l’altro
  • fare esperienza di come l’evoluzione dei pattern neurocellulari e motori di base influisce sullo sviluppo dei sensi e della percezione di sé e del mondo, sullo sviluppo del pensiero e sulla espressione dell’intenzione e della curiosità in azione, sempre più autonoma, su tutti i piani e livelli dello spazio
  • avere strumenti per osservare come il bambino, ma anche l’adulto, comunica qualcosa di sé e della sua relazione con l’ambiente attraverso l’organizzazione del suo movimento
  • imparare a osservare il bambino nella sua unicità diventando consapevoli che osservare con sguardo aperto e senza giudizio è un modo di accogliere e incontrare l’altro creando un campo che facilita l’espressione di sé
  • sostenere il processo creativo dell’educatore nella strutturazione di attività da fare con i bambini
  • come organizzare spazi e materiali per creare setting sicuri e stimolanti che facilitino l’ esplorazione motoria del bambino