Orti e giardini didattici

CORSO RICONOSCIUTO MIUR

Ambiti specifici:

  1. Bisogni individuali e sociali dello studente;  
  2. Inclusione scolastica e sociale;  
  3. Conoscenza e rispetto della realtà naturale e ambientale

Ambiti trasversali:

  1. Metodologie e attività laboratoriali; 
  2. Didattica per competenze e competenze trasversali

Destinatari:

Insegnanti di Scuola dell’infanzia

Finalità:

Orti e giardini sono luoghi di scoperte meravigliose. Occuparsi di un orto o arricchire e modificare un piccolo spazio all’interno di un giardino forniscono importanti occasioni di apprendimento: si conosce facendo, si utilizzano discipline diverse, si impara a organizzarsi e a organizzare, si affina la capacità di trovare soluzioni ai problemi, si lavora in gruppo socializzando e collaborando. Nell’orto o in un piccolo giardino si sperimenta direttamente con le piante, si impara l’utilità di alcuni organismi animali e la dannosità di altri, si va incontro a successi e insuccessi, si procede per tentativi. L’orto o il giardino sono una importante opportunità per promuovere benessere, compensare situazioni difficili, scoprire le risorse di ciascuno acquisendo nuove abilità e competenze.

Il corso punta a coniugare la conoscenza di un orto-giardino come luogo di complessità e relazioni con le possibili strategie di gestione, manutenzione e cura di questi spazi verdi. L’orto è anche il pretesto per riflettere su tradizioni locali e metodi di gestione legati al mondo rurale, sulla conoscenza dei prodotti della terra e sulle abitudini alimentari, con uno sguardo curioso su piante commestibili e relativi utilizzi in cucina. E’ l’occasione per provare a ripensare il giardino della scuola come laboratorio di osservazione e sperimentazione della natura: uno spazio in cui fare, collaborare, intrecciare abilità e condividere esperienze.

Contenuti:

  • La riscoperta del valore della natura in ambito educativo: il giardino luogo del fare e dell’otium.
  • La natura come strumento inclusivo e di supporto per soddisfare bisogni educativi speciali, promuovere percorsi e processi di inclusione. Accessibilità, funzionalità, ausili, attività.
  • Introduzione teorica: perché un orto? Orti e orti-giardini a confronto. Progettazione degli spazi (parcelle e camminamenti), lavoro, preparazione del terreno (eliminazione del cotico erboso, vangatura, zappatura, baulatura con rastrello). Segue pratica.
  • Progettazione, manutenzione e gestione di un orto-giardino: organizzazione degli spazi, scelta delle colture, cicli colturali. 
  • Il valore della componente vegetale e di quella animale con attività pratica per la realizzazione di arredi naturalistici (ricoveri per insetti utili).
  • Costi, recupero fondi e “sponsor”, eventi e feste. Comunicazione. La rete degli orti scolastici.

Obiettivi:

  • coniugare la conoscenza di un orto-giardino come luogo di complessità e relazioni con le possibili strategie di gestione, manutenzione e cura di questi spazi verdi. 

  • riflettere su tradizioni locali e metodi di gestione legati al mondo rurale, sulla conoscenza dei prodotti della terra e sulle abitudini alimentari, con uno sguardo curioso su piante commestibili e relativi utilizzi in cucina. 

  • ripensare il giardino della scuola come laboratorio di osservazione e sperimentazione della natura: uno spazio in cui fare, collaborare, intrecciare abilità e condividere esperienze

  • realizzare attività pratiche ed esemplificative spendibili all’interno e all’esterno dei servizi 

 Modalità di verifica finale: 

Progettazione di un piccolo spazio (orto o giardino) che tenga conto delle potenzialità del luogo e di altri aspetti (accessibilità, visibilità, valore estetico e didattico) e sappia interpretare le esigenze di bambini e insegnanti.

Docente: Nicoletta Caccia

Docente: Nicoletta Caccia

Ortoterapista e formatrice

Dove

I corsi potranno essere richiesti in Liguria, Lombardia e Toscana

Metodologia

Momenti teorici si alterneranno ad attività pratiche in aula (orti in cassetta).

Durata

La formazione prevede un totale di 20 ore in date da concordare, presso la propria Scuola

Attestato

A fine corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione MIUR

Have no product in the cart!
0