Abilitazione al Modello Evolutivo dei Bisogni (BEM) per professionisti del colloquio

WEBINAR ONLINE

Il modello evolutivo dei bisogni nasce dall’osservazione in campo pedagogico all’interno di servizi 0-6 anni nella provincia di Lecco. Le osservazioni sono state condotte per 5 anni su un campione di 250 bambini e 1000 adulti (insegnanti e genitori). Dal materiale e dal lungo lavoro di rielaborazione nasce una classificazione dei bisogni che individua 6 coppie chiave presenti in tutti i bambini, di qualunque cultura. Da essi, a seconda delle relazioni e dei contesti nei quali si cresce, possono svilupparsi una serie di ulteriori bisogni, all’interno di una mappa di circa 80 bisogni complessivi (che completa lo sviluppo adulto).

Il modello evolutivo dei bisogni (B.E.M.) è concepito in ottica relazionale e ha mostrato la sua valida applicazione in diversi tipi di contesti e professioni. Attualmente la sperimentazione ha coinvolto oltre 2.500 persone.

Tra le sperimentazioni condotte in diversi ambiti della vita umana, sociale e professionale, quella relativa ai colloqui condotti dai professionisti della relazione di aiuto ha da subito mostrato elementi interessanti.

Il modello evolutivo dei bisogni rielabora principi e tecniche della prima e seconda cibernetica, attraversa le “evoluzioni sistemiche” degli approcci narrativi e costruisce colloqui estremamente focalizzati, acceleranti, fortemente orientati verso l’armonizzazione dei propri bisogni, con una conduzione partecipativa, facilitando sia l’autovalutazione che l’assunzione della responsabilità del cliente sulla vita che ci porta.

Spesso può capitare all’interno dello spazio colloquio di “patire” una conduzione incerta, di sentirsi condurre dalla famiglia o di perdersi lungo le tematiche narrative che ci portano i clienti. Si può avere l’impressione di non sapere bene dove stiamo andando nel lavoro generativo con la famiglia o di sentirsi poco efficaci.

Costruire e guidare i colloqui partendo dalla prospettiva dei bisogni del cliente cambia radicalmente la modalità di porsi all’interno del colloquio stesso. A partire da una matrice sistemica, narratologica e connessa alla teoria della complessità l’utilizzo del B.E.M. porta diversi vantaggi:

1) Maggior ingaggio del cliente verso la costruzione del proprio cambiamento e riduzione dei fenomeni di resistenza o di difesa verso i processi trasformativi

2) Maggior focalizzazione sia durante il singolo colloquio che durante l’intero percorso, riduzione di colloqui confusi, disorientati o nebulosi

3) Maggior assunzione di responsabilità e di protagonismo del cliente verso il raggiungimento dei bisogni prioritari che egli stesso ha identificato

4) Acquisizione di un set di tecniche per l’esplorazione e la costruzione della conversazione

5) Conoscenza delle diverse fasi del processo di aiuto e delle tipologie di intervista

6) Acquisizione di strumenti di monitoraggio e auto-valutazione

7) Conoscenza dell’uso del “tool-kit per il colloquio”: il kit comprende sia le carte dei bisogni che delle tavole annesse da utilizzare insieme ai clienti per l’autovalutazione e la progettazione dei passi concreti del proprio miglioramento

8) Riduzione dei tempi di risoluzione del problema portato.

Metodologia

Gli incontri sono pensati in continua alternanza fra teoria e pratica, fra pratica professionale e crescita personale.

I corsisti saranno coinvolti in esercitazioni pratiche sia di introspezione personale e relazionale sia di progettazione su auto-casi.

In questo modo il professionista sarà condotto verso un processo duplice: conoscenza di sé e padronanza nella conduzione dei colloqui. L’assunzione di mappe sistemiche integrate con il modello evolutivo dei bisogni sarà la naturale acquisizione dei partecipanti.

Data e orario

Ogni settimana dal 8 ottobre al 26 novembre 2021,  dalle 9.30 alle 12.30 parte teorica.

Dal 3 dicembre 2021 al 4 febbraio 2022,  dalle 9.30 alle 11.30 gruppi di pratica.

E’ possibile seguire anche in differita.

Sede

Il corso si svolgerà online. I partecipanti avranno accesso alla registrazione degli incontri fino al 30/04/2022.

Destinatari

Il percorso si rivolge a counsellor, mediatori familiari, avvocati, terapeuti, facilitatori dei conflitti che abbiano terminato il proprio percorso formativo universitario e/o specialistico ed a professionisti che svolgano in modalità continuativa colloqui di aiuto relazionale in ambito sociale, educativo, psicologico, giuridico-legale o comunque nell’area dei servizi alla persona.

Attestato

A fine corso verrà rilasciato un attestato di abilitazione al BEM per 40 ore.

La Associazione A. N. Co. Re. riconosce 40 crediti formativi per il corso.

Quota di partecipazione

600€ a persona iva compresa

Sconto del 10% per i soci A.N.Co.Re

È possibile, previo accordo, rateizzare il pagamento.

 

 

Have no product in the cart!
0