La rivalità tra fratelli/sorelle

Educazione e sviluppo infantile, Tutti gli articoli

 

di Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista

 

Se avete più di un figlio, è probabile che prima o poi abbiate avuto a che fare con la rivalità tra fratelli/sorelle. Che si tratti di discussioni, litigi o di gelosia reciproca, i fratelli/sorelle inevitabilmente si scontrano di tanto in tanto. Come genitori, può essere difficile a volte sapere come gestire queste situazioni.

Possibili cause della rivalità tra fratelli/sorelle

Sono diversi i fattori che possono contribuire alla rivalità tra fratelli/sorelle. In alcuni casi, la rivalità può essere dovuta a un semplice scontro di personalità. In altri casi, può essere il risultato di una competizione per l’attenzione dei genitori. In altri casi ancora, può derivare da sentimenti di insicurezza o di inferiorità. Qualunque sia la causa, la rivalità tra fratelli può avere ripercussioni sul clima che si respira in famiglia e sui rapporti reciproci. Il primo passo è capire che cosa sta alla base della rivalità: spesso i fratelli/sorelle competono tra loro perché si sentono insicuri o minacciati in qualche modo. Per esempio, un bambino può diventare geloso di un nuovo fratellino o sorellina perché teme di non essere più al centro dell’attenzione dei genitori. Oppure, un bambino può iniziare a comportarsi male perché sente che i suoi successi vengono messi in ombra da quelli dei fratelli/sorelle.

Suggerimenti per gestire la rivalità tra fratelli

Se avete a che fare con la rivalità tra fratelli/sorelle nella vostra famiglia, ci sono alcune cose che potete fare per aiutare a migliorare la situazione. Innanzitutto, evitate di reagire con rabbia o frustrazione. Questo potrebbe peggiorare le cose.

In secondo luogo, incoraggiate i vostri figli a esprimere verbalmente i loro sentimenti in modo costruttivo, invece di ricorrere allo scontro fisico, imparando ad ascoltarsi l’un l’altro/a.

Inoltre, è importante creare per i figli/e opportunità di condividere esperienze e attività che cementino la relazione.

Fate in modo che ogni bambino si senta speciale: uno dei motivi principali per cui i fratelli litigano è che si sentono in competizione per l’attenzione dei genitori. Assicuratevi che ogni bambino si senta amato e valorizzato a modo suo.

Stabilite adeguati confini in base all’età ed alla personalità dei vostri bambini/e. Questo aiuterà i bambini/e a sapere cosa possono o non possono fare quando si tratta di interagire con i loro fratelli/sorelle.

Per esempio, potrebbe essere utile identificare in modo chiaro e netto i giochi dell’uno e dell’altro/a e porre la regola che ciascuno deve chiedere all’altro il permesso per poter toccare e/o giocare con gli oggetti dell’altro/a.

Cercate di concentrarvi sulle cose positive che i vostri figli fanno piuttosto che su quelle negative. Questo aiuterà la loro autostima e favorirà la manifestazione di comportamenti più regolati. Invece di dire “Non picchiare tuo fratello”, provate a dire “Mi è piaciuto come hai spiegato le tue ragioni a tua sorella!”.

Conclusioni

La rivalità tra fratelli è una parte normale della vita familiare, anche se a volte può essere difficile da affrontare. Mantenendo un atteggiamento calmo, incoraggiando la comunicazione, offrendo opportunità per creare legami e mostrando amore e attenzione a ciascun bambino in base alle sue esigenze, potete contribuire a ridurre il conflitto e a creare un ambiente domestico più disteso per tutti i soggetti coinvolti.