di Laura Fazio, pedagogista, docente di PF06

 

 

Mancano pochi giorni all’avvio del nuovo anno scolastico e i sentimenti che si aggrovigliano nel cuore, nella pancia e nella mente sono tanti e contrastanti.

L’immagine che mi si palesa è quella dei posti di blocco della gara di marcia. Siamo sulla linea di partenza, tanto attesa e desiderata. Tutti pronti a partire con slancio ad affrontare una lunga e faticosa corsa di resistenza. Come la marcia, appunto.

Per affrontare questa gara è necessario concentrarsi, avere chiaro l’obiettivo da raggiungere, mantenere alta l’attenzione, sintonizzarsi con il respiro, con il corpo e le gambe che ad un certo punto fanno male.

Le emozioni che in questi giorni si susseguono hanno il sapore del sale, del sudore e dell’acido lattico che già inizia a scorrere nelle gambe e che un po’ le frena per la paura che ci circonda. Le notizie discordanti, incerte, il “terrorismo delle fake news”, le boutade da fine stagione estiva che impazzano sul web seminando panico tra le mamme e infiammando le chiacchiere sotto l’ombrellone al posto dei tormentoni musicali…

Chi abita la scuola davvero con professionalità e con il  cuore anela verso questa ripartenza, sta facendo scorta di colori, sole, aria, cielo, sassi, sabbia, verde, mare, montagne, scorci di città, tetti, case come energia da avere dentro di sé per iniziare questa nuova sfida.

Concentrarsi non è facile quando tutto attorno genera preoccupazione. Ma manca poco, siamo pronti, abbiamo quasi tutte le indicazioni necessarie da assorbire assieme a tutte le energie necessarie per partire e incominciare.

La marcia richiede concentrazione, coraggio, tenacia, cuore e forza. Tutte caratteristiche che gli educatori a diverso titolo hanno in sé.

Tutto andrà bene riecheggia ancora per ricordare che bisogna andare verso il bene, per se stessi e per gli altri, a motivo del bene prezioso che si andrà a “maneggiare con cura” ovvero i nostri figli, il nostro futuro.

Allora con questo spirito auguro a ciascuno di noi di posizionarsi bene ai blocchi di partenza, mantenere alto lo sguardo verso l’orizzonte, a tener duro e a mettercela tutta.

Buon nuovo inizio!

 

Have no product in the cart!
0