page1image51487552

page1image51487936

di Eleonora Baroni, psicologa, psicoterapeuta e specialista in psicologia della salute – e Staff Melabimbi

page1image51487936

 

Dal 5 marzo a causa della disposizione di chiusura di tutte le scuole sul territorio italiano per l’emergenza Covid19, ci siamo trovati senza la nostra scuola e senza poter più incontrare le nostre famiglie, le nostre bambine e i nostri bambini. Abbiamo provato una sensazione di sgomento, ci siamo sentiti immersi in un atmosfera surreale. 

Poi lentamente, ma incessantemente il filo delle chat scuola-famiglia che ci lega ormai da tanti anni, ha cominciato a ispirare un’idea. All’inizio ci sembrava impossibile, poi troppo difficile…bambini piccolissimi, supporti tecnologici non all’altezza. Ma volevamo tornare ad essere in contatto con le nostre famiglie. Volevamo tornare ad alimentare quella relazione quotidiana fatta di rispetto, accoglienza e fiducia. Lo volevamo per non lasciare che il vuoto, l’assenza e l’isolamento potessero avere la meglio. Era importante continuare a mantenere delle relazioni di salute per tutti gli attori coinvolti: per i bambini e le bambine, per le famiglie e per tutti noi membri dello staff. 

Abbiamo lavorato giorno e notte, abbiamo studiato nuovi modi per comunicare. Abbiamo ragionato a lungo sull’opportunità di utilizzare con i bimbi più piccoli supporti digitali, ma abbiamo anche concordato che se riuscivamo a garantire alcuni aspetti fondamentali nell’uso di tecnologia digitale, sarebbe stato possibile coinvolgere pure loro. Gli aspetti, così come indicato da Silvia Iaccarino nell’articolo “I 5 miti da sfatare riguardo i bambini e l’uso degli schermi”  presente in questo blog e così come sperimentato anche da noi durante i progetti che coinvolgono il digitale, sono: contenuti appropriati rispetto all’età; tempo limitato; genitori coinvolti che aiutano i bambini a collegare ciò che vedono sugli schermi alla vita reale. 

Abbiamo trovato quindi modi per poter utilizzare strumenti digitali proprio con tutti, siamo entrati nella fase di sperimentazione, prima tra noi dello Staff. E già rivedersi tutti insieme su un monitor è stata una grande conquista, capace di rilanciare un grande senso di speranza e ritrovare un senso di appartenenza. 

Siamo poi passati alla condivisione con le famiglie e con i bambini. 

Alla nostra prima riunione con le famiglie di Nido e Infanzia su piattaforma digitale mano a mano che si accendevano i riquadri e comparivano i volti dei genitori con i loro bambini, si accendevano anche le emozioni. Il nostro villaggio era tutto lì ed è stato bellissimo. 

Giorno dopo giorno con la grandissima disponibilità e collaborazione delle famiglie stiamo incontrando in diretta i bambini e con loro ritroviamo le consuetudini che ci accompagnano da sempre. Alle 10 il Nido fa il circle time con tutte le educatrici collegate dalle loro case e alle 16.30 la scuola d’infanzia rimette in moto il suo progetto didattico con un focus particolare a sviluppare proposte che utilizzino materiali presenti in tutte le case, in questo momento così particolare, senza dimenticare l’outdoor education sfruttando al massimo finestre, terrazzi e giardini delle abitazioni. Abbiamo inoltre aperto un canale Vimeo per lasciare ogni giorno a disposizione di bambini e famiglie spunti di esperienze, avvii di percorsi di esplorazione e conoscenza da utilizzare anche “in differita”, per chi non riuscisse o non volesse partecipare alla “diretta”. 

Le risposte dei bambini sono state come sempre un arcobaleno: alcuni di loro si sono lanciati con entusiasmo nell’avventura e da subito hanno interagito con noi e con gli altri bambini, altri sono rimasti senza parole di fronte allo schermo per la grande emozione di ritrovarsi tutti lì, altri ancora dopo aver dato un’occhiata non ne hanno voluto sapere. E ovviamente tutti sono stati accolti e rispettati. Ora siamo in un momento che per tutti può essere considerato di “ambientamento”. Un’esplorazione dell’ambiente digitale a 360° per provare a conoscerlo a fondo, prima di potersi affidare pienamente ad esso. E come sempre l’ambientamento è per tutti: staff, famiglie, bambini e bambine. 

Giorno dopo giorno e in modo sempre più consistente prende così vita il progetto che nessuno di noi avrebbe mai voluto o potuto immaginare, che ci auguriamo ci permetterà di condividere momenti di vita e di tenerci per mano fino a quando sarà possibile abbracciarci di nuovo: Melabimbi, road to the future inizia qui…🌈 

 

Have no product in the cart!
0